La sperimentazione è il fulcro di ogni attività
innovativa e rappresenta il punto di forza di G-iron
nello sviluppo di tecnologia schermante.

 

Il confinamento magnetico è un nuovo campo di applicazione di G-iron SuperFlex, studiato per lo specifica utilizzo in ambito Risonanza Magnetica Nucleare.

È una applicazione concepita nel 2013 anno in cui è stata fatta la domanda di brevetto; brevettata dal Luglio 2015 è sperimentata a lungo in laboratorio durante il 2016 e nel 2017 sono iniziate le prime installazioni. Ad oggi sono numerosi gli impianti di confinamento magnetico installati con successo.

 

I benefici nell’uso di G-iron SuperFlex in questa attività sono tutti quelli derivanti dall’uso di un prodotto flessibile, spesso 0,6 mm con peso unitario di 3,6 Kg/m2 in sostituzione a spesse e pesanti lastre in ferro dolce dal peso unitario anche maggiore di 20 Kg/m2.
Il risultato è evidente: leggerezza, rapidità e facilità di esecuzione.

 

Non necessita di nessuna struttura di sostegno.
nel caso siano necessari 3 strati di G-iron SuperFlex, il massimo consigliato, si raggiunge il peso massimo di circa 11 Kg/m2, tale peso è generalmente installabile senza la necessità di strutture di supporto o revisioni strutturali.

 

Sicurezza: l’utilizzo di G-iron SuperFlex garantisce un significativo incremento della sicurezza di installazione in cantiere. Il peso unitario contenuto ne consente la posa senza dispositivi di sollevamento e riduce sensibilmente le probabilità di infortunio durante le operazioni di installazione oltre a rendere l’attività stessa molto meno faticosa ed impegnativa quindi più sicura.

attestato

foto1

foto2

 

tabella_confronto

 

operai